mercoledì 21 marzo 2012

una cosa vecchia e una nuova

Come inizio? Di cosa parlo? Ho l'imbarazzo della scelta e sono ferma a pensare da dove iniziare.
Quindi, adesso vado a cercare il prodotto che ho in "archivio" (l'armadietto del bagno) da più tempo, e quello più nuovo (questa è facile, a meno che la mia memoria a breve termine sia già fulminata!).
Sono andata alla ricerca e, con somma delusione, mi sono ricordata che ho fatto una bella pulizia qualche mese fa, buttando via prodotti che giacevano immobili da anni e quindi ormai scaduti. Ma ci ho messo tanto a decidermi perché mi piangeva il cuore ad aver speso soldi inutilmente. Imparerò mai che la pubblicità è fatta apposta per farti comprare cose di cui pensi di non poter fare a meno?!
Vabbè... l'ultimo residuato bellico è la crema riparatrice senza risciacquo Sunsilk co-creation sponsorizzata da Thomas Taw, per capelli secchi e danneggiati.


Ricordo che dopo averlo visto in TV l'ho cercato per giorni senza trovarlo perché era andato a ruba. Poi trovai shampoo, balsamo e questa crema miracolosa.
Dopo aver lavato i capelli, usando tutti questi prodotti, il tempo per l'asciugatura fu più lungo del normale e pensai: "quanto erano secchi prima, che si asciugavano in pochi minuti?".
Non ho premesso che ho taaaaanti capelli, taaaanto grossi e taaaanto lunghi. Il mio parrucchiere mi vede come la peste quando entro in negozio.
Detto ciò, al secondo utilizzo già i capelli risentivano di una pesantezza dovuta a questa crema corposa.
Ebbene, dentro al flacone ce n'è ancora metà. Mi è proprio piaciuta, eh?!

Negli ultimi giorni sono entrata in fissa (una delle tante) dopo aver letto un articolo contro i siliconi, e controllo tutti gli ingredienti.
L'articolo incriminato è questo.
Ho fatto un repulisti di tutti gli shampoo che avevo, perché tutti avevano il silicone in pole position tra gli ingredienti. Via!
Ingredienti di questa crema:
Aqua, Cetearyl Alcohol, Isopropyl Palmitate, Glicerin, Stearamidopropyl Dimethylamine, Dimethiconol, Dimethicone, Amodimethicone e bla bla bla...
Quindi un bel po' di siliconi che dovrebbero rendere i capelli più lisci e inguainati per "farli galleggiare" sull'acqua! Basta poco in effetti, ovvero una bella lastra di plexiglass per tenerli a pelo d'acqua!!!
Bocciato? Sì, decisamente bocciato. Anzi, adesso va dritto nella pattumiera ;-)


Passiamo all'ultimo acquisto effettuato.
3 spugnette 100% cotone da usare per struccare o per rimuovere le maschere per il viso. Comprate da Bottega Verde a 1,90€ (erano scontate).
Ne ho usato solo una per ora, una volta per rimuovere il trucco dagli occhi con uno struccante specifico (Yves Rocher, Demaquillant Express bifasico per occhi sensibili, circa 7€, ma ne parlerò in un altro momento), e un'altra per struccare il resto del viso con l'acqua micellare di Bioderma (parlerò anche di questa).
Direi che sono ottimi sostituti dei dischetti di cotone. Costano quanto un pacco di Demakeup, ma durano sicuramente di più!

Ho parlato solo dei siliconi e ho volutamente omesso di parlare dei parabeni. Una cosa per volta. Ho bisogno intanto di abituarmi a questo cambiamento, che riguarda da vicino la salute di pelle e capelli. Sui parabeni per adesso non indago. Non mi va neanche di iniziare a essere intransigente o integralista a livelli stratosferici (tanto da rompere le bolas agli altri a livelli stratosferici!). La chimica è comunque evoluzione e non si può demonizzarla in assoluto.

Passo e chiudo ;-)

Nessun commento:

Posta un commento

questo lo dici tu