lunedì 17 dicembre 2012

Genialate di Pupa

Come comprare due rossetti identici?
No, non parlo di dupe, non parlo di sfumature, ma proprio dello stesso medesimo identico uguale colore...

martedì 11 dicembre 2012

Approfitto di un tag: "Tanto non lo comprerò mai!"

Anche io ho deciso di rispondere alle domande di questo beauty tag.
66 domande su prodotti più o meno noti e più o meno must have. I miei sì sono 26, il che fa dei no ben 40!
Sarò considerata meno addicted per via di questo piccolo particolare?!

Hai mai acquistato….
 - Il sapone di Aleppo? 
Ne ho acquistati 2 diversi e per adesso ne ho usato uno solo. Quando mi lavo il viso sento la pelle tirare troppo e in definitiva anche con l'uso prolungato non ha migliorato i piccoli problemi di sfoghi dovuti a chissaché. Quindi è fermo sul lavandino del bagno in attesa che mi venga la voglia di archiviarlo e passare all'altro panetto, che mi spaventa solo perché è un mattone enorme! Quello attuale lo uso per lavare i pennelli e il pannetto in microfibra. Smacchia bene, non c'è che dire.

 - Il Cleanse&Polish Liz Earle? 
No, non lo conosco, non uso latte detergente per struccarmi e quindi non credo neanche che lo comprerò mai.

 - L’Elicina? 
Yes! Per la cronaca, Elicina è la crema a base di bava di lumaca e a parte il nome, non c'è nulla che lo faccia pensare. Quindi non ho mai provato "schifo" ad adoperarla! Ne ho usate almeno 3 confezioni. Ho iniziato 2 anni fa, dopo un brutto sfogo sul viso che mi aveva lasciato anche delle macchie scure (lo sfogo è capitato in estate) e gli ho dato una possibilità al ritorno dalle vacanze. Visti gli ottimi risultati ho trovato una promozione per 2 barattoli a metà prezzo su Let's Bonus. Poiché in estate non si può usare perché rende la pelle fotosensibile, adesso sono ancora senza. Conto di riordinarla presto, non appena ci sarà una promozione, visto che costa davvero tanto (45€ per me è tanto!) e dura al massimo 3 mesi.

- Lo struccante bifasico “Fior di Magnolia”? 
No, non ho supermercati Eurospin nelle vicinanze.

 - Gli ombretti Neve make up? 
No, difficilmente scelgo il colore di un ombretto online, nonostante le review, gli swatch ecc... Devo vedere e toccare dal vivo.

- Una BBCream? 
Anche due. A settembre dell'anno scorso ho preso la BB di Skin79 e dopo qualche mese una mia amica mi ha regalato la BB di Dr. Jart. Ho naturalmente provato quella di Kiko (terribile), quella Garnier prima maniera (inutile e troppo grassa) e sono in attesa di aprire i campioncini gratuiti che mi sono fatta mandare da Collistar (ho semplicemente scritto di poter provare le due tonalità e la signora che si occupa di ciò mi ha inviato i campioncini, più altre creme viso e corpo: gentilissima!). Le due BB cream che possiedo sono ottime e offrono esattamente ciò che promettono: copertura minima, incarnato uniformato e riparo dai raggi UV. Chi desidera "nascondere" la pelle, se ne tenga alla larga, questa roba non fa per voi!

 - Il Primer Potion Urban Decay? 
L'ho usato perchè era in regalo una minitaglia nella Naked. E non mi ha soddisfatto. Non come avrei desiderato per un prodotto che adesso supera i 17€. Vista questa esperienza non credo che lo comprerò mai. Piuttosto uso quello di Kiko, che trovo molto ma molto buono.

- Almeno una delle due Naked Palette di Urban Decay?
Yes pure qui. Volli, fortissimamente volli la Naked 1. Ho aspettato un bel 20% di sconto da Sephora e ne ho acquistate 2, una per me e una per il regalo di compleanno di una mia amica ;-) Adoro quei colori. Adoro la consistenza. Adoro la durata. Adoro la confezione.
La Naked 2 non fa per me. Contiene colori troppo chiari.

- le 24/7 di Urban Decay?
No, non ancora! E non penso che lo farò molto presto. Per un po' sto a posto.

- una palette di Urban Decay che non sia la Naked?
No, nessuna mi ha ispirato tanto.

- La Too Faced Shadow Insurance? 
Sì sì sì sì!!! E' la mia preferita. La uso tutti i giorni e ancora non sono riuscita a finirla. Tenuta ottima, pure coi peggiori ombretti in circolazione! Adesso la alterno a quella di Kiko, ma uso lei quando ho una serata importante.

- L’olio indiano Forsan? 
Ho l'olio indiano Vian della Kaloderma, che credo sia la stessa cosa. Lo uso da anni, e i punti neri li toglie davvero! L'unica accortezza che devo usare, per non ricoprirmi di bolle e brufoloni sottopelle, è di usare subito dopo il pannetto in microfibra, per rimuoverlo del tutto.

- Un prodotto Elf? 
Ho fatto un ordine ELF circa un anno fa. Attesa lunga perchè spedisce solo con posta normale. Ho preso 2 pennelli Studio , il Complexion e il Blush brush, che sono splendidi, e un set di pennelli Basic che sono invece pessimi. Peggio di quelli per le bambole. Orridi, duri, pizzicanti e per fortuna rotti! Così ho potuto chiedere il rimborso e non li hanno neanche voluti indietro.
Inoltre ho preso la cipria Complexion Perfection che adesso si chiama Tone Correcting Powder. La sto usando tanto, ma in estate non va bene. Il colore è trasparente, a dispetto dei 4 colori da cui è composta la polvere pressata. Ma di mimetizzare le discromie non se ne parla proprio: non è compito di una cipria, ma di una buona base e di un buon fondotinta ;-)

- L’henné o una qualsiasi erbetta lavante? 
Sì, ho provato la Cassia Italica, cioè hennè neutro, e senza risultati apprezzabili. E anche la Lawsonia Inermis, hennè rosso, con risultati dubbi sul colore e sul capello in generale. Quindi sono abolite senza appello. Purtroppo devo usare una buona tinta per coprire i capelli bianchi e la ricrescita.

- Gli Shampoo della linea gabbiano dell’Esselunga? 
Esselunga a Roma non esiste...

- La linea skincare ViviVerde di Coop?
No, anche se ho la Coop a due passi da casa, non c'è alcun prodotto che mi possa fare gola. Sono fedele ai miei struccanti e non usando nè latti detergenti nè salviettine, sarebbe una spesa inutile.

- Un qualsiasi prodotto Fitocose? 
No, mai provato urrà...

- Una collezione o qualche pezzo di una collezione Essence? 
Forse sì, forse no, non ricordo. Ho comprato diverse cose di Essence, ma non ho badato se fossero di edizioni limitate o no. E' più probabile no, comunque.

- I prodotti Essence? 
Svariatissimi prodotti, dagli smalti, agli ombretti, ai rossetti, e fondotinta, linea Pure skin, comprensiva di antiscivolo per le scarpe! Anzi, ora che mi ricordo, devo scrivere una recensione negativissima sulla base peel off che mi ha distrutto le unghie, grrrrrrr...

- Qualche prodotto Catrice?
Sì, qualcosa, ma non tanto. Poichè è la stessa casa di Essence, mi sembra pressoché inutile spendere di più. Giusto la settimana scorsa ho preso un blush in crema, una tinta labbra e qualche settimana fa uno smalto con un colore che mi intrigava. Ma il blush ha il barattolino di vetro così stretto che non ci entra neanche un dito senza intingere l'unghia, e la tinta tinge poco e su di me vira all'arancione.

- I long lasting stick eyeshadow di Kiko? 
Sì, ne ho presi 4 in totale. Non amo questo tipo di ombretto. Ma per non sbagliare ho preso un nero, un verde, un beige e ultimamente un bianco che mi serviva come base per un ombretto chiaro che altrimenti svaniva.

- Il rossetto Russian Red di MAC?
Nu... di rossi avendo già parecchi Chanel, mi sembra inutile aggiungerne altri. Una leggera sfumatura di colore nella mia collezione non mi interessa. Me ne accorgerei solo io. E visto che quelli Chanel sono confortevoli e superresistenti, per adesso mi esimo da questa spesa.

- il rossetto Creme d’Nude di MAC?
No, perché il colore delle mie labbra è abbastanza scuro, mentre la pelle non troppo chiara, e i rossetti così rosati mi fanno effetto "morta da un paio di giorni"!

- il Fluidline Blacktrack di MAC?
No, uso poco gli eyeliner e avendo già un nero, un paio di anni fa ho preso un marrone, il Dipdown e mai feci errore più grande. Non lo uso mai perchè mi fa effetto occhi rossi e malati, uffa...

- Il 217 di MAC o un altro pennello, magari famoso?
No, il 217 blending brush mi manca. Ho il 224, tapered blending brush e il 188, small duo fibre face brush. Delusa dal 224 che perde peli in continuazione. Corti o lunghi, il che significa che si spezzano, sia mentre li uso, sia quando li lavo. Ed è NO BUONO per un pennello da 32€. Invece ho rivalutato tanto il pennello per il fondotinta, che è fantastico anche con un fondo mousse di Essence e lo stende da p.a.u.r.a.!

- Un paint pot di MAC?
No, non amo gli ombretti cremosi, causa palpebra calante e molto, molto rugosa, da sempre, anche quando avevo 18 anni era così. Troppa pelle: mi serve una blefaroplastica ASAP!

- Le Palette Zoeva (o cinesissime) da 120 colori, 88 colori e compagnia bella?
Nessuna palette da millemila colori. Che poi non li uso e non so che farmene! E poi sono minuscoli. Non fanno per me. O forse devo considerare valdida per questa domanda una palette di una trentina di colori di H&M?!

- Un prodotto I Provenzali?
Sì, un balsamo che ho dovuto riutilizzare in altro modo perché per i miei capelli non era adatto, troppo liquido, peggio dell'acqua fresca, ehm... calda.
E un burrocacao, che, per carità, non è male, ma è durooooo. E io non ne spalmo solo un velo, usandolo solo prima di andare a dormire, ne voglio in abbondanza! Ma con questo è davvero difficile. Finito, non credo che lo ricomprerò. Ah, inoltre pare pure che finisca presto: 6 mesi per me è poco per un burrocacao usato solo una volta al giorno. Ah, giusto, ho anche l'olio di mandorle dolci. Questo è ottimo. Puro e profumato. Adoro l'odore di mandorle :-D

- Uno smalto color fango?
Sì, il dupe del Particulier di Chanel, il 219 di Kiko. Mi piace e mi sta pure bene ;-)

- Gel d’Aloe?
No, mai ma me lo devo procurare.

- Un prodotto Lavera?
No, mai preso e non so se lo farò. Non ho pregiudizi sulla roba così costosa perché naturale, o forse sì?

- Uno smalto OPI?
No, e non mi interessano. Li trovo troppo cari e fin'ora nessun colore mi ha particolarmente colpito. Quindi mi sono salvata, visti i prezzi!

- I Lip Tar OCC?
Che roba è??? 'gnuranta! No, dunque, mai comprati!

- Le ciglia finte?
Sì, anche se per fortuna non ne ho bisogno. Dopo aver tentato invano di usarle correttamente, ho scoperto che tagliandole, accorciandole di un po', l'applicazione era più facile e il risultato migliore.
Avendole già lunghe di mio, non mi piace strafare e sembrare un cartone animato. Le ho usate per una festa a tema ed erano una maxi taglia, presa da H&M: lunghissime!!! Ma servivano per il look e sono state perfette. Hanno resistito 6 ore e poi, sono venute via semplicemente tirandole. La colla ormai era secca e non ho dovuto fare forza. Semplicemente toccandole mi sono rimaste in mano.

- La cipria HD di Make up forever?
Yep! Regalo di compleanno di una mia amica quest'estate. Non l'ho usata tanto, perchè per ora adopero il fondotinta minerale e la cipria non serve sempre. La alterno ad altre che ho, quando uso le BB o il fondo in crema.

- Le Palette Sleek?
No. L'ho regalata, ma per me non l'ho presa. Poi quando mi sono decisa, da Sephora trovavo solo la I-Divine e non è il mio genere. Quindi ancora aspetto, sperando di trovarne prima o poi una matte o non troppo fluorescente.

- Le Palette Inglot?
No. Non capito spesso alla Coin che la vende a Roma.

- Qualche prodotto Madina?
No. Madina è solo a Milano. E come ho già detto, non mi piace comprare ombretti senza averli prima "sperimentati". Per tutto il resto dei prodotti, sto bene a posto con quello che ho già.

- Pennelli Sigma?
No. E' un male? Me ne farò una ragione!

- Pennelli Zoeva?
Sì. Ho preso il set Bamboo e conto di regalarlo a qualche amica per il prossimo Natale. Ottimi pennelli a prezzi abbordabili.

- Blush Coralista di Benefit?
No. Bello il packaging, ma poco funzionale. Inoltre mi sembra che sia un po' troppo sopravvalutato come marchio. Decisamente troppi 30€ per un fard. Volendo cambiare spesso, preferisco qualcosa di più economico. O se proprio devo fare una follia, non sarà per Benefit.

- Blush Orgasm di NARS?
No. Ma quando andrò negli USA lo farò mio!

- Lemon Aid di Benefit?
No. Non credo troppo nei miracoli decantati dalle loro fotografie. E per fortuna le mie occhiaie non sono così messe male!

- Smalti Eyeko?
Non conosco. Sorry

- Qualche prodotto LUSH?
Sì, certo! Da anni conosco Lush. Prima compravo solo i saponi profumati. Poi ho preso gli oli da massaggi. E poi anche altri prodotti. Quel profumo che si spande intorno ai loro negozi mi rapisce. Ed è un grosso problema che l'abbiano aperto dentro il centro commerciale in cui vado a fare la spesa ogni settimana...

- La beauty Blender?
No. Uso poco fondotinta liquido, e per quello ho già il pennello di MAC. Riesco a essere risoluta quando qualcosa non mi attira più di tanto. Resisto alle mode! Yes!

- Gli Illusion d’Ombre di Chanel?
Sì, altro regalo della mia amica per il mio ultimo compleanno, insieme alla cipria MUFE. Ho scelto Illusoire, un viola speciale! Adoro più pasticciarlo che usarlo veramente. Non sto bene con la testa, I Know...

- Gli smalti Chanel?
Sì, e non da ora. Il mio primo è stato il Rouge Noir. Ricomprato 2 volte. Poi ho preso Vamp (mi pare, ma non lo trovo più tra i colori, quindi non saprei), un rosso bordeaux e per ultimo una mia amica mi ha regalato Vendetta, un viola, un altro viola che amo.

- Un primer viso per i pori?
No. Almeno non per i pori. Ne ho preso uno di Sephora, levigante; uno di Kiko, color pesca; infine il verde di MUFE per i rossori. E quest'ultimo si è rivelato - ma va?! - il migliore.

- Gli Aqua Cream di MUFE?
No. Troppa paura che si secchino per doverli buttare prima di averli potuti utilizzare.

- Un fondotinta minerale?
Sì. Ormai uso da anni il fondotinta minerale Bare Mineral. Nonostante a volte abbia la pelle molto secca, con questo fondotinta mi sento sempre a mio agio. Copre il giusto e mi piace l'effetto cipriato che mi lascia.

- Una palette di colori naturali (davvero, no shimmer!)?
No, non ancora. Sono sicura che su questo punto capitolerò a breve. A volte mi viene l'odio per gli ombretti shimmer e li bramo tutti matte. Ma poi mi accorgo che con quelli matte il look perde tanto, anche di giorno.

- La Duochrome di Neve Cosmetics?
No, non mi ispira neanche un pochino.

- L’Erase paste di Benefit?
No. Come per gli altri prodotti Benefit

- Uno smalto Shaka?
No. Ho archiviato per lungo tempo gli smalti, avendone collezionati tanti. Poi c'è stato l'avvento di Kiko e ho fatto incetta. Adesso mi placo, dopo gli ultimi acquisti Pupa (delusione del rosso della China Doll, di cui scriverò presto).

- I pennelli Real techniques
No, ma lo farò. Ecco, per questi posso anche aprire un mutuo. Devo averli.  

- Qualcosa di TheBalm?
No. A parte le confezioni carine, niente che mi abbia preso tanto da volerlo.

- La Primed and Poreless Too Faced?
No. Per ora mi bastano le ciprie che ho, e la MUFE è ancora quasi intonsa.

- Il mascara They’re real! di Benefit?
No. Gli scovolini non mi convincono e avendo IL PREFERITO (Lancome), non spendo così tanto per un altro mascara.

- Il mascara Pupa Vamp!
Sì, ho ceduto allo scovolino e l'ho comprato, nero. MA, ma, ma, ma... Lo trovo troppo secco. Non lo ricomprerò.

- Il mascara I love extreme di Essence?
Sì, ma mi fa bruciare gli occhi. E' uno di quei prodotti che mi fa sentire tutti i sintomi di un brutto raffreddore e mi fa venire sonno. Esistono trucchi soporiferi, lo sapevate?!

- I rossetti “Kate” di Rimmel?
No. Ho troppi rossetti per cedere all'acquisto di un altro. E proprio 2 giorni fa la mia amica "compulsiva" mi ha regalato ben 9 rossetti e 3 lucidalabbra (MAC, Shiseido, Clinique, Dior). Quindi DEVO dire stop a qualunque costo.

- Una beauty box qualsiasi?
No. Quando per lavoro ho scoperto che esistevano, ho cercato notizie e ho concluso che preferivo spendere i miei soldi per qualcosa che volevo e non per qualcosa che qualcuno che non mi conosce poteva metterci dentro. Non ci cascherò mai.

- Una Z palette o almeno una palette per compattare e depottare?
Sì. Non è una Z palette. E' una economicissima e comodissima palette vuota presa per 2€ su Ebay. Sperimentata nell'ultimo viaggio all'estero, mi ha convinta che ho fatto la scelta giusta. Per il resto, ho usato le scatoline regalate con gli assorbenti Nuvenia (ne ho 3), depottando molti ombretti, potendo così finalmente usufruire del Back to Mac e prendermi un rossetto.

- Un ombretto cremoso Astra?
No, non conoscevo questa marca, prima di leggerne nei vari blog dopo quest'estate. Non li andrò a cercare appositamente. Se mi capiterà di imbattermi in loro, li swatcherò e vedremo quanto riusciranno a convincermi.

- Almeno uno smalto con effetto particolare? (es: crackle, magnetic, holo etc)
Sì, ho provato i magnetici un paio di anni fa (Essence), odiandoli perchè ci perdevo troppo tempo e non mi piaceva neanche il risultato finale. Così come ho provato i crackle (Pupa) e continua a non piacermi. No, niente holo. Casualmente invece mi piace l'effetto dei degradè e aspetto di comprare quelli Pupa che ho visto la settimana scorsa ma ero indecisa sull'azzurro o sul verde.

Sono una addicted atipica, a volte compulsiva, a volte riflessiva, fedele ma al tempo stesso sperimentatrice. Il tutto q.b.

martedì 27 novembre 2012

Il primo Award del mio blog

Eccomi finalmente a dare il giusto risalto al mio primo Award!
Il Liebster Blog Award
Con appena 23 persone che mi leggono (forse), ed essendo entrata in questo mondo da pochissimo, è stato difficile trovare 10 blog a cui riassegnare questo premio, quindi perdonate se qualcuna è già stata nominata e premiata, ma il rischio era di assegnarne appena 2, eheheh

Regole

1. Nominare la blogger che mi ha dato il premio: Shopping & Review. Grazie!
2. Rispondere ad alcune domande
3. Scegliere 10 blogger da premiare che abbiano meno di 200 iscritti.




Domande

1-Avete un profumo del cuore che ricomprate da anni?
Non sono un'amante dei profumi.  Preferisco sapere di buono, senza odori aggiunti. Quando mi ricordo di usarlo, scelgo Blu Notte di Bulgari. Ma ultimamente vado con l'Ambra liquida de L'Erbolario.

2-C’è un colore con il quale non ti truccheresti mai? Perché?

Ombretto rosso. Forse perché una volta ho visto una mia coinquilina che detestavo che l'ha usato, con un risultato osceno! Su di me poi fa effetto malattia. Sembro stanca e sofferente, come con certi marroni...

3-Qual è il tuo capo di abbigliamento preferito?

Scarpe. Col tacco. A loro non importa se ingrasso o dimagrisco: mi stanno sempre bene :-)

4-Quali sono i tuoi gusti di gelato preferiti?

Stracciatella, zuppa inglese e pistacchio. Ma il pistacchio buono. Se lo vedo troppo verde chiaro non lo prendo mai. Certo, marrone non è bello da vedersi, ma almeno è presumibilmente pistacchio vero.

5-Qual è il prodotto che ricompri da più tempo e perchè?

Di make up immagino. Il mascara. Prima per secoli ho usato il Gemey con astuccio blu cicciotto, il Volum'express (che adesso si chiama Maybelline e ha ancora la stessa confezione). Poi quando ho iniziato a lavorare ho comprato il Lancome Hypnose e da allora non ho più smesso. Saranno 10 anni che lo ricompro. Ne ho provati anche altri, ma ritorno sempre al mio amore. L'ultimo che ho comprato è il Doll Eyes, ma no, non mi prende come il classico. Eppure... il Drama mi sa che lo soppianterà ;-)

6-Hai mai avuto reazioni strane ad un prodotto? Cosa era?

Milioni di anni fa ho dovuto smettere (per fortuna) il latte detergente Johnson Baby rosa perchè mi bruciava tremendamente gli occhi. Poi anche altre svariate creme per il viso. Per questo adesso non le compro se prima non mi danno un campioncino da provare. Ah, anche il mascara di Essence mi fa bruciare gli occhi. Dopo averlo messo mi sento le palpebre pesanti, gli occhi bruciano ed è come se avessi sonno e non riuscissi a tenerli aperti. Mi capita anche con alcune matite nella rima interna, ma non gli ho mai prestato troppa attenzione. Dovrei indagare meglio. Decisamente.

7-Esci mai di casa senza trucco?

Fino a qualche anno fa, mai senza almeno il mascara. Poi è arrivata la fase mai senza mascara e fondotinta e ombretto. Ultimamente invece ho avuto le mie giornate make up free e sono uscita di casa solo con la crema idratante. Condizioni pietose, ma ho avuto coraggio ;-) e sono riuscita a liberarmi di un enorme peso! Ieri è stata giornata solo mascara (e correttore per un brufolo sul contorno occhi, ahi ahi ahi), e oggi giornata solo rossetto, rosso, perchè dovevo testare la tenuta.

8-Un cosmetico che hai acquistato di recente e ti è piaciuto tantissimo?

Recente purtroppo è una parola troppo vaga. Perchè se per recente intendo l'ultima settimana c'è lo smalto di Pupa, il 620 della linea China Doll, bellissimo colore, ma problemi di tenuta gravissimi; se intendo le ultime due settimane, ci sono i dischetti di Kiko Purifyng pads, dischetti imbevuti con effetto astringente e purificante: usati ogni sera stanno lentamente migliorando l'aspetto del mio viso, aiutandomi a restringere i posi. Se parlo di tre settimane... meglio se la smetto! Lo smalto di Pupa va più che bene!!! Un color rosso con sfumature dorate, rosso lacca, molto molto China e fashion, adtto per il periodo di Natale, se solo durasse di più

9-Quanti prodotti usi nella tua beauty routine? 

Il bifasico Yves Rocher per gli occhi, il detergente Bioderma per il resto del viso, il guanto in microfibra almeno una volta a settimana, crema Connettivina per il contorno occhi e olio di Argan puro per il resto del viso, burrocacao prima di andare a dormire. Quindi sono 6.
Diventano 7 quando ogni tanto uso un esfoliante.
Al mattino solo acqua e poi olio di Argan.


10-Quale parte del tuo viso ami truccare di più e perchè? 

Le ciglia! Le mie fortunatamente sono lunghe e ben curvate (quando non lo sono uso il piegaciglia e risollevo tutto!). Basta un poco di mascara, anche schifosetto, per averle folte, nere e ben evidenziate

11-Segui le mode e le tendenze o hai uno stile tutto tuo?

Il mio stile è non avere uno stile. Me lo invento stagione per stagione, sono volubile e qualcosa che qualche mese prima adoravo, magari subito dopo diventa detestabile e non c'è verso di vedermelo addosso. Certo è impossibile vestirsi senza avere abiti dai colori e tagli standard a seconda delle stagioni e di cosa impongono dall'alto. Cerco di adattare le mode del momento al mio fisico. Se si usa il tronchetto, io non lo compro, a costo di dover girare mille negozi per trovare altro, perché so che non mi sta bene e non mi ci vedrei con quelli ai piedi.

12-Qual è il tuo prodotto di makeup preferito e quello che detesti?

Preferito è, come ho detto, il mascara. Mi completa quando sono truccata di tutto punto, e mi veste quando sono struccata. Detesto l'eyeliner. Anni di gavetta non hanno fatto di me una provetta delineatrice di eyeliner! Sugli altri sono un portento, per fortuna, ma su di me... 

13-Qual era il tuo cartone animato preferito da piccola?

Se dovessi rivelare un cartone troppo vecchio si capirebbe che non ho propriamente vent'anni O.o
Vabbè, Candy Candy ;-)


14-Hai delle fisse particolari?

Ante degli armadi e cassetti perfettamente chiusi. Nessuno spiraglio, nessun panno incastrato che non permetta di chiuderli. Mi fa disordine. Ma poi tutto intorno ci può essere il caos e non me ne fregherebbe niente. Tranne se qualcosa cade per terra. Niente che non sia fatto per stare per terra deve stare per terra. Non ci dormirei la notte.

15-Una cosa che vorresti fare ma non hai mai fatto?

Un viaggio in un luogo lontano. Non ho attività particolari che rimpiango di non aver mai fatto, niente bungee jumping, o lanci col paracadute, niente di estremo, non mi interessa. Ma visitare quanti più posti possibili, anche lontanissimi, ecco, questo sì. E quindi il viaggiare verso posti ignoti, che non significa per forza disagiati, è una cosa che non mi stancherebbe mai e che posso inserire in questa categoria.



Le blogger con meno di 200 iscritti che premio questa volta sono:

Vedete che non c'è un elenco puntato crescente? Perché non c'è un ordine di preferenza, quindi sono rigorosamente in ordine alfabetico! 

Siete state attente? Non sono 10, ma solo 7.
Come ho già detto all'inizio, non frequento molti blog piccolini e interessanti, quindi per adesso mi fermo a 7 e se troverò qualcun altro nel frattempo, magari lo aggiungerò.

Enjoy!


martedì 13 novembre 2012

cosa ho scoperto questo fine settimana + extra di un mio lavoro

Di ritorno da una 4 giorni belga, avrei voluto scrivere qualcosa di più interessante riguardo al make up, e invece mi trovo con addosso una incazzatura tremenda. Ieri a Fiumicino c'è stato lo sciopero della società che gestisce i bagagli e quindi sono tornata a casa dopo 2 ore inutili di attesa e soprattutto senza la mia valigia. Era leggera, perchè speravo di poterla portare a bordo, ma avendo viaggiato in ipereconomy, il limite del bagaglio era 6kg e non i soliti 10kg, e il mio trolley ne pesava solo 9... Lasciamo da parte il fatto che all'andata da Roma la hostess, senza che glie lo chiedessi, me l'ha fatta portare a mano, mentre al ritorno il dubbio non se lo sono neanche poste. Ma caspita, adesso sono qui che penso ai miei trucchi!!! Me ne frego dei vestiti, che poi erano un paio di maglioni, un vestito e un paio di scarpe, e la biancheria (compresa quella da lavare!). Quello che mi preme è tornare in possesso dei miei pennelli, degli ombretti, tra cui la Naked e i chiari che uso sempre, la mia BB cream preferita, il fondo minerale nuovo, e i rossetti che uso di più. Credo sia proprio la roba più di valore che sta dentro il mio trolley, abbandonato chissà dove tra i meandri di Fiumicino... Sigh sigh :-(
E dentro naturalmente c'è anche la mia nuova matita MAC Feline, uffa!
Ecco cosa ho scoperto: a Bruxelles non c'è Sephora, ma c'è un negozio che vende Make up Forever, in cui non sono entrata per non indurmi in tentazione, ma a cui ho sbavato le vetrine che promuovevano pennelli, kit professionali e corsi di make up a prezzi davvero invitanti. C'è MAC che ha i prezzi più bassi che in Italia, infatti ho comprato la Feline perchè costava 15,50€ (sul sito la vendono a 19€), e credo che anche il resto della roba costasse di meno, ma non ho voluto indagare perchè sono partita in economia e il make up non era neanche sulla lista. La domenica i negozi sono chiusi pure al centro e le profumerie vendono quasi più profumi che trucchi. Speravo di dare un'occhiata almeno ai prezzi delle marche più comuni, ma non è stato ovviamente possibile, e al Duty free dell'aeroporto non c'è una profumeria decente, e comunque anche lì profumi a volontà. Giusto l'unico elemento che non mi ha mai ispirato.
Lì ho avuto la possibilità di truccare la mia amica e scoprire che: gli ombretti Dior sono iperpolverosi e scrivono cavoli, il fard di MUFE è al contrario iperpigmentato e se non l'avessi scaricato bene prima di passarglielo su quei begli zigomi che sembrano rifatti (e invece sono naturalissimi!), l'avrei conciata stile Heidi, il mascara Collistar continua a non piacermi perchè non volumizza, non incurva, non definisce, qualunque tipo sia. Ma alla fine è venuto proprio un bel trucco, semplice e incisivo. Direi che il merito è della modella più che del make up ;-)
Mi dispiace di non poter mettere una foto del risultato, ma come avrete già notato, non metto neanche foto mie, men che meno delle mie amiche.
Vabbè, dai, ecco una mia foto a lavoro per uno spot ;-)
All'opera su una comparsa. Spazio ridotto e pure precario!

Vi lascio il link dello spot girato quest'estate, in cui mi sono occupata del trucco di tutti, dagli attori alle comparse. Per la cronaca, lui è Riccardo Sardonè, mentre lei è Manon Umbertelli...

martedì 6 novembre 2012

Liebster Blog Award: anticipazione

Con grande orgoglio annuncio che il mio blog ha ricevuto il suo primo premietto: il Liebster Blog Award!

Shopping & Review me lo ha assegnato già da un po'.
E io, scortesissima, non ho ancora né risposto alle domande, né assegnato l'award a qualcun altro :-(
Mi metterò d'impegno e cercherò di pubblicare il post entro questo fine settimana.
Non confido nel fatto che riesca anche a comunicare agli altri blog prima della prossima settimana del premio che avrò loro assegnato. Non è mancanza di interesse. E' che sono presa da tante cose e per 4 giorni non sarò disponibile.
Diciamo che per la prossima settimana mi sarò messa in paro anche con altri post che stanno sorgendo giorno per giorno, nel tempo che mi ritaglio per parlare di tutto un po'.
Perché la mia malattia per il make up mica riesco ad arginarla...
E poi nel frattempo è una settimana che lotto contro uno sfogo sul viso che non ho capito da cosa sia stato causato, ma parlerò anche di questo e dei rimedi adottati per debellare IL MALE!
Intanto non temete, ce la metterò tutta per dare il giusto rilievo a questo graditissimo premio.
Grazie ancora a S&R :-)

lunedì 29 ottobre 2012

The day after Lawsonia


AGGIORNAMENTO del giorno dopo

la ricrescita con luce artificiale

Ecco, questa è una foto della ricrescita post Hennè, fatta in interni. La luce della cucina è calda e mi dona un un colore eccessivamente senape sul centimetro e passa di tutta la ricrescita.

domenica 28 ottobre 2012

Dalla Cassia alla Lawsonia

Il 7 ottobre ho scritto un post riguardo l'uso della Cassia per cercare di risollevare le sorti dei miei capelli che, ahimè, pare non ne vogliano sapere di tornare lisci come una volta. Ormai ci ho perso le speranze. Ho provato tutti i tipi di shampoo, balsamo, creme, impacchi faidatè o faidaloro, fialette, ricostituenti.
Niente. Solo con la piastra riesco a mettere in ordine questa massa di lana sfibrata e che si sdoppiopuntizza a velocità che neanche il neutrino nel tunnel del Gran Sasso.
Nulla ha potuto neanche l'impiego della Cassia inermis, che contro i miei capelli si è proprio disarmata.

martedì 23 ottobre 2012

come si è comportato?

Lo smalto Pupa su cui riponevo grandi aspettative mi sta deludendo.
Proprio il 620 della collezione China Doll. Quello con il colore più spettacolare in mio possesso. Quello pagato 3,90€ e con una stesura fluida e un finish meraviglioso e brillante.
Oggi è appena il secondo giorno completo e già devo toglierlo
:-(
Ma vediamo l'evoluzione.

domenica 21 ottobre 2012

la vendetta del brillantino

Nonostante l'avessi steso martedì e poi giovedì l'avessi ripassato con i brillantini di Essence, e fosse ancora perfetto senza nessun segno di cedimento, oggi avevo voglia di provare uno dei 3 smalti nuovi. Sto parlando del Watermelon (che sto usando a rotta di collo da quando l'ho comprato) con risultati più o meno soddisfacenti, ancora da verificare con e senza top coat, tra una lavata di testa e l'altra (parlo di shampoo, per fortuna o purtroppo nessuno mi rimprovera per i miei acquisti!).

sabato 20 ottobre 2012

matite dispettose

Ieri ho ripreso una matita che non usavo da un paio di mesi, la Bordeauxline di MAC e...
questo è l'aspetto.

venerdì 19 ottobre 2012

coerenza: non pervenuta!

Ho ceduto allo sconto del 20% da Sephora.
Avrei voluto spenderlo per comprare qualche palettina Sleek, ma dappertutto hanno solo la i-divine e non fa proprio per me. Io non sono tipa dai colori vivaci. Non mi ci so vedere. Quindi sarebbe stato un acquisto inutile. Inutile quanto quello degli smalti di ieri sera, ma per 3,90€, volevo darmi alla pazza gioia almeno sulle mani.

giovedì 18 ottobre 2012

palette made in HK

E' appena arrivata la palettina vuota che ho comprato circa un mese fa su Ebay a pochissimi euri (3,11$ senza spese di spedizione, ovvero 2,49€).
Una foto in anteprima!
Palette vuota 15 scomparti, non magnetica
Come vedete il divisorio, fatto di gomma morbida, si stacca facilmente per far posto alle mie cialdine di ogni dimensione.
Non è magnetica, ma ho già provveduto anche a comprare un foglio magnetico adesivo che la renderà perfetta per i miei spostamenti non troppo lunghi, in cui non è necessario che mi porti tutta casa dietro ;-)

p.s. ci sono anche le cialdine metalliche vuote, ma reggono col vento a favore, visto che non c'è niente che le tenga ancorate alla palette!

venerdì 12 ottobre 2012

C.V.D.

Come volevasi dimostrare, non ho preso nessuno dei 3 rossetti MAC del post dedicato al Back to Mac!
Il Chestnut non c'era, il Film noir era bellissimo ma troppo scuro, troppo teatrale, il Paramount bello ma tendente a un rosso che già possiedo e il Creme in your coffee troppo chiaro.
Crème in your coffee (foto dal sito ufficiale)

Quindi ho preso...
tàdààààààà
Verve (foto dal sito ufficiale)
Verve (plum scuro) Satin!
Sembra perfetto sulle mie labbra, almeno alle luci del negozio ;-)

La commessa, mentre provavo i rossetti, mi ha chiesto come avevo fatto a depottare gli ombretti...
Cosa avrà voluto dire? Come fa una commessa di MAC a non sapere come si depottano gli ombretti che vende? Le ho spiegato che è stato facilissimo, che per qualcuno ho usato la piastra, mentre per altri non è stato necessario, perchè evidentemente la colla era secca, ed è bastato fare leva con un attrezzo per le unghie che si incastra perfettamente tra la cialda e la plastica! Mi stava interrogando per capire se lo avevo fatto io? Per scoprire se ero cosciente di come si chiamasse quella pratica magica oscura e sconosciuta ai comuni mortali???!
E poi, dopo avermi chiesto il nome (per registrare il prodotto al computer) mi ha dato il rossetto così, nudo e crudo tra le mani, senza neanche una bustina. Mi ha punita perchè non ho comprato altro?!

giovedì 11 ottobre 2012

duplichiamo e risparmiamo

Ieri da Kiko ho provato uno smalto che ha tutta l'aria di essere il dupe del Watermelon di Essie che sto portando in questi giorni.
confronto Essie/Kiko
A parte il riflesso, a parte che è una sfogliatina di una passata di smalto staccatasi dallo scotch su cui ieri lo avevo spennellato, e poggiata per l'occasione sul dito per confrontarlo con quello di Essie, mi pare che siano molto ma molto simili.
Watermelon di Essie (foto dal sito ufficiale)

E' il nr 361 rosa lampone, per chi volesse soddisfare questa curiosità ;-)
361 rosa lampone di Kiko (foto dal sito ufficiale)

mercoledì 10 ottobre 2012

Finalmente 6!

Ce l'ho fatta! Sono arrivata a 6 ombretti/fard MAC e sono pronta per il Back to MAC :-D
O forse farei meglio a dire sarei pronta?
Ho studiato tutti i miei rossetti e da qualche settimana ho una voglia indicibile di un rossetto marrone scuro.
Ho tutte le tonalità dal rosa al viola e dei rossi splendidi di Chanel, più vari altri colori sparsi, ma niente marroni. Eppure li usavo tanto tanti anni fa. Non mi pare mi stessero male, o per lo meno io mi ci vedevo bene. E poi c'è quel colore lì che mi intriga... Film noir!
Film Noir di MAC (foto dal sito ufficiale)

Oppure Paramount?
Paramount di MAC (foto dal sito ufficiale)

O Chestnut?
Chestnut di MAC (foto dal sito ufficiale)

Un consiglio?
Ma tanto prima devo provarli su di me e vedere di nascosto l'effetto che fa!

lunedì 8 ottobre 2012

in...cassiata

Ho appena preparato l'intruglio di cassia e yogurt. Forse era il caso che prima controllassi che lo yogurt alla ciliegia che avevo non contenesse anche i pezzetti di ciliegia dentro, ma ormai...
Cassia italica - Hennè neutro

Ho sciolto per benino la polvere con l'acqua (forse troppa) e poi ho aggiunto lo yogurt ad acqua tiepida.

domenica 7 ottobre 2012

Cassia. E non parlo della via consolare

Sto studiando. Mi sto facendo una cultura sull'Hennè.
E quando decido una cosa devo sapere il più possibile e passo le ore a leggere, confrontare, cercare e infine sperimentare su di me.
Ho visto delle foto di capelli trattati con hennè rosso (Lawsonia Inermis, ovvero pianta della tipologia senza spine, originaria dell'Asia Minore, catalogata dal sig. Lawson) nel blog di My Make up Review ed è stato un flash. La foto del prima e del dopo mi ha stregata.
Ho sempre avuto i capelli forti, tanti capelli lisci, sani e corposi. Li porto lunghi da circa 5 anni. E quando dico lunghi dico davvero lungi (misurati col metro sono ben 71 cm, ovvero fino a metà schiena).

venerdì 5 ottobre 2012

compulsivamente ho acquistato.

Sono senza rimedio. Nonostante tutto sono sempre immersa negli stand della cosmesi in ogni negozio, sia H&M, sia Kiko, sia Sephora, sia il supermercato.
Il problema è che una volta acquistato non mi vengono i sensi di colpa.
Sono ancora lontana dalla guarigione.
Però... però mi sto trattenendo dal comprare altri bagnoschiuma, bodyscrub, shampoo, deodoranti.
Ecco, la faccia... è quella che mi frega!
Con ordine.
Quando sono stata in centro venerdì scorso, sono passata al MAC Pro Store di via del Babuino. A parte non avermi quasi neanche calcolata, mi hanno letteralmente sfanculata quando ho chiesto la matita chiara per la rima interna dell'occhio. Liquidata con un "è finita". E basta! Arriverà, non arriverà, la ordino, te la mando, sul sito la trovi... Nada de nada. Ho swatchato un po' di rossetti e sono andata via salutando e non ricevendo risposta... Non erano le commesse che si lamentavano che i clienti non salutano???
Quindi sono passata alla Coin di Cinecittà2, ma la signora, gentilissima, mi ha detto che quella matita la vendono solo al MAC Pro o sul sito e a loro non la mandano. Non mi ha preso in giro come una sua collega qualche giorno fa, che mi ha esplicitamente e antipaticamente detto "la matita color burro di Clio?!" con una smorfia di disgusto. A lei ho quindi chiesto info per un fondotinta e poi per le ciglia finte a ciuffetti (oh, con quelle intere non ci riesco!) ma ha detto che non le hanno lì. E infine ho comprato il Brush cleanser ;-), 11,00€
Poi al reparto profumeria ho comprato uno smalto Essie. Mi aveva particolarmente colpito il watermelon che avevo visto indossato da Meowmakeup, 11,90€ (caspita, in America costa solo 8$).
E con gli smalti adesso sto a posto!

Oggi sono passata alla Upim alla ricerca delle ciglia finte, ma a parte essermi accorta che il make up lì costa di più (smalti Essie a 12.90€) e che vendono Shaka, stavo andando via a mani vuote. E invece no! Ho trovato l'unica, superstite e intonsa, matita di Essence abbastanza chiara da poter utilizzare nella rima interna dell'occhio :-D
E' la kajal pencil n.19 All I want, 1,90€ (sul sito non c'è più).
Kajal pencil n.19 Essence

E' un color tortora chiaro che nella rima sta benissimo. Felice io!

Mercoledì invece sono andata in un grande magazzino dove acquisto i detersivi per la casa e nell'angolo del make up in una scatola, alla rinfusa c'erano ammassati i Color Tattoo 24h di Maybelline.
Ho preso il 40 Permanent Taupe, 4,90€.
E poi mi sono lasciata tentare dal Lasting Finish 1000 kisses di Rimmel, scegliendo il più scuro, che poi è esattamente un filo più scuro delle mie labbra, il 710 Stay Sandy, 5,20€.
Credo che siano i prezzi più bassi a cui vengono venduti questi prodotti, quindi mi sembra un buon affare, giusto?!
E per finire, l'ultimo coming out: un paio di settimane fa ho comprato il fondotinta Essence Pure skin in mousse, perchè per 1,90€ valeva proprio la pena provarlo. Ho preso lo 02 Sand.
Kajal Essence, Color Tattoo Maybelline, Fondotinta Pure Skin Essence,  Lasting Finish Rimmel

sul polso il fondotinta Essence, In alto il Color Tattoo, al centro  il Lasting Finish, in basso la matita Essence

Cosa vi dico? Il Color Tattoo lo sto usando da due giorni. Oggi addirittura sono andata in palestra truccata e dopo un'ora di disfacimento fisico questo è il risultato (sono passate 8 ore dalla realizzazione e 3 dalla fine della lezione in palestra). Il fondotinta è andato, ma non avevo dubbi. Peggio sarebbe stato se non mi avesse fatto sudare!
Occhio sinistro con Color Tattoo e flash

Occhio destro con Color Tattoo senza flash

Nella foto con l'occhio aperto si intravede la matita Essence che ho aggiunto prima di fare la foto.
Il resto in un altro post, con giudizi ed esperimenti.
Parentesi anticipatoria: ieri ho provato il balsamo districante Kiehl's. WoW!!!

giovedì 4 ottobre 2012

Kiko 324

Via lo smalto Pupa craquelé.
Vai con il 324 di Kiko, "cioccolato fondente" slurp!
Sapevo di avere uno smalto scuro, ma dentro la scatola degli smalti non riuscivo a trovarlo.
Per fortuna stavolta la memoria mi ha assistita: era dentro una shopper abbandonata all'ingresso da ben 8 mesi, con dentro ancora la roba che ho portato via dal vecchio lavoro e da buttare inesorabilmente...
La fortuna mi assiste, ma la pigrizia vince su tutto. Sono quasi irrecuperabile!
Questo è l'effetto di una sola passata.
324 Kiko, Cioccolato Fondente

E' decisamente autunnale/invernale. Ma mi andava questo oggi, nonostante il caldo e il sole di Roma di questi giorni!
La prossima volta, pigrizia permettendo, metterò il nuovo semipermanente comprato al Keproshop due settimane fa a 9,90€. Il colore è esattamente quello viola che si vede a sinistra sotto la scritta Gel for nail, Paris n.25.
immagine tratta dal catalogo promozionale Keproshop

Oppure finalmente deciderò di comprare uno smalto Essie più vivace, scegliendo tra la miriade di colori che mi fa sempre desistere dal comprare perchè mi confonde ;-)

lunedì 1 ottobre 2012

Pupa fa crack

Credo di stare invecchiando.
Solo un annetto fa ho comprato il kit di Pupa per fare l'effetto craquelè.
Oggi dopo davvero tanti tanti mesi l'ho messo e non mi piace.
Non è brutto, ma non mi piace su di me.
Intanto devo dire che forse dipende dalla base di questo kit, che è bianca e quindi "spara" troppo.
E poi mi fa sentire le unghie pesanti. Per non parlare del fatto che lo smalto finale che si spacca, si secca troppo e mi fa venire i brividi il solo pensiero di toccarlo. C'è chi ha i brividi per il gesso sulla lavagna, chi per la stoffa che si strappa, io per questo smalto ruvido sulle dita e per lo sfioramento di una stoffa tipo seta grezza... brrrrrrrrr, subito pelle d'oca!

domenica 30 settembre 2012

piove: parliamo di Kiehl's

Poichè oggi a Roma c'è un tempaccio brutto brutto e non posso scattare altre foto dei rossetti,
vi racconto che due giorni fa sono andata a fare un giro in centro con un'amica e passando per via Frattina (67/a/68) abbiamo notato un negozio con un nome mai sentito prima. Poichè dentro era pieno di boccine, boccette, flaconcini e barattoli, siamo entrate a curiosare.
E' il primo negozio romano di Kiehl's, storica farmacia di New York che col tempo si è specializzata in prodotti cosmetici esclusivi per corpo e capelli, sia per uomo che per donna.
La prima domanda della mia amica era se i prodotti fossero testati sugli animali e il ragazzo (indossava il camice bianco, come se ci trovassimo davvero in una farmacia...) ha risposto "assolutamente no" e che c'era anche il simbolo sui flaconi (non sui campioncini).
Le confezioni sono semplici e le etichette zeppe di informazioni, lineari, complete.
I prodotti sono davvero tanti e non ho trovato facile individuare i vari usi, se non le macro aree, perchè erano scritte in alto sugli scaffali!!!
Abbiamo fatto fatica anche a individuare i tester, proprio per via delle etichette!
Qualche annusatina, qualche spalmatina e poi ho chiesto se era possibile avere un campione di balsamo districante per i miei capelli e delle creme viso possibilmente senza siliconi. Così il commesso ha scartabellato nella cassettiera alle sue spalle e mi ha dato un tonico e una crema. Alla mia amica invece solo una crema per il corpo (che io avevo annusato e non mi garbava).
Insomma, considerando che fuori dal negozio c'era scritto che nessuno sarebbe uscito dal negozio senza campioncini, mi sembra che doverli chiedere non è quello che ci si aspetta.
campioni gratuiti da Kiehl's

La prima bustina, quella bianca, è Calendula Herbal-extract Toner Alcohol-free, tonico per pelli da normali a grasse.
La bustina rossa ha le scritte in oro che rendono difficoltosa la lettura, ma comunque si tratta dell'Abyssine Serum+, siero antirughe giorno/notte.
E infine l'Hair Conditioner and Grooming Aid Formula 133, balsamo districante per tutti i tipi di capelli.
Li proverò in questi giorni e vi darò il mio parere, che è relativo naturalmente. Il mio parere vale poco, considerando che ho capelli con esigenze particolari (sono lunghi, grossi, crespi, tanti e tinti), una pelle del viso particolare (ho un'età per cui serve un buon antirughe, ma non troppo grasso altrimenti mi vengono i brufoli, non troppo leggero altrimenti meglio non mettere nulla, e con una profumazione che non mi faccia bruciare gli occhi!).
Magari forse vi potrò parlare dell'odore, ma anche lì... io odio l'odore della pesca, nonostante la mangi, mentre amo alla follia lavanda, cannella, vaniglia, cocco...
E va bene... ci proverò ugualmente ;-)

I prezzi secondo me sono alti, addirittura più di quelli che si trovano in posti tipo L'Occitane, Sabon e Lush.

sabato 29 settembre 2012

work in progress

Sto scattando le fotografie di tutti i rossetti della palette Zoeva Sweet Love, presa qualche mese fa per lavoro.
Poiché sono ben 24 è un continuo leva e metti. Foto di labbra, swatches al sole, all'ombra, con e senza flash... Insomma, un lavoro lunghetto.
E sto appena a metà ;-)

giovedì 20 settembre 2012

aggiornamento manicure

Questa è la situazione attuale dello smalto messo domenica scorsa.
Quasi 6 giorni e l'unico difetto è visibile sulle punte. Nessuna sbeccatura, ma solo le punte leggermente consumate e una leggerissima ricrescita. E questa è la mano destra, quella che uso di più.
Ricordo che ho fatto una sola passata di uno smalto Kiko e non ho messo né base né topcoat.
Un record. Stavo quasi meditando di comprare un altro bel colore, visto che in questo momento gli smalti stanno a 2,50€. Ma ci penserò bene. Ho troppe boccette ancora da cui attingere!


lunedì 17 settembre 2012

strucchiamo gli occhi senza soffrire

Parlo solo di occhi e non di tutto il viso in generale, perché dovrei dilungarmi e voglio scrivere post poco chilometrici in questo periodo.
Solitamente non faccio differenze e strucco tutto il viso con un unico prodotto, che riesca a tirar via anche il mascara. Attualmente il mio preferito è il Sébium di Bioderma.
Sébium di Bioderma per pelli miste o grasse


Però, in caso di mascara waterproof non è efficace.
Da sempre, per struccare il waterproof dagli occhi ho utilizzato l'unico strumento capace di arrivare lì dove nessuno struccante occhi è mai arrivato: l'olio Johnson Baby col tappo rosa. Fa male, è cancerogeno, fa schifo, ha degli ingredienti terribili. Ok. Infatti non lo uso per altro e subito dopo, lo risciacquo col Sébium. Così mi dura un'eternità e non causa troppi danni.
Ho provato anche altri struccanti specifici con pessimi risultati. L'ultimo utilizzato e che ha stazionato nel mio armadietto per troppo tempo prima che lo frullassi, vista l'inutilità, è stato il Nivea per occhi sensibili.
Poi un giorno ho trovato il mascara di Lancome in offerta con la matita nera e lo struccante Bifacil ed è stato amore amore amore! Peccato che si tratti di una taglia minuscola (30ml) e che il prezzo del flacone ufficiale sia enorme per il mio budget attuale (c.a. 29€ per 125ml).
Bi-facil di Lancome

Qualche mese fa, in un giro perlustrativo da Yves Rocher, ho optato per l'acquisto di uno struccante occhi. Dovevo scegliere tra quello rosa e quello blu e naturalmente la scelta è caduta su quello che ha il mio colore preferito ;-)
Mai scelta dettata da elemento così banale fu più felice.
Struccante occhi di Yves Rocher

E' un portento, scioglie il waterproof senza lasciare residui, non brucia (un problema non da poco per i miei occhi delicati che si irritano anche solo per una crema viso dall'odore troppo intenso) e costa relativamente poco (4,95€ scontato, 6,95 prezzo pieno).
E oltretutto, dopo aver sentito i pareri di alcune amiche in merito allo struccante rosa, che strucca male e irrita gli occhi, penso davvero di aver vinto! Cercando sul catalogo quello rosa non l'ho visto, forse è stato sostituito con un altro blu non bifasico e specifico per occhi sensibili.
A vederlo si capisce che è un bifasico, con una parte trasparente e una parte blu, e va agitato prima dell'uso, come il Bi-facil di Lancome.
Lo verso su un pad di cotone, lo poggio sull'occhio chiuso, aspetto qualche secondo e poi inizio la rimozione del trucco. E poi passo alla detersione del resto del viso, come al solito.
Ne ho già comprato un altro flacone perché avevo notato che questo prodotto, a differenza di tanti altri, stava andando via velocemente. Ecco, quando consumo velocemente un prodotto è perché mi piace ed è efficace. Indi per cui tutto il resto dei flaconi dentro il mio armadietto, che tra un po' lo faranno esplodere, non sono soddisfacenti e li userò forse qualche altra volta, prima di fiondarli nella pattumiera.
E con l'uso di questo prodotto è aumentato anche il consumo di dischetti struccanti, dando il via alla ricerca di quelli più economici e funzionali ;-)

domenica 16 settembre 2012

Tempi di attesa

Continuo a parlare di manicure e di un altro prodotto che non dovrà mancare mai più nella mia scatola degli smalti.

Ore 15.38
Inizio dell'operazione (manca la fotografia, ci ho pensato dopo).
Togliere lo smalto sbeccato in punta.
 Usare il solvente in barattolo di cui ho scritto due post fa.
 10 secondi, giratina del dito nel barattolo e voilà!
 L'unghia è leggermente giallina perchè ho tenuto su per oltre un mese lo smalto semipermanente, ritoccandolo man mano con lo smalto normale dello stesso colore, quindi le unghie non hanno respirato praticamente mai.
 Passare lo smalto nuovo. Il 322 di Kiko è identico al Particuliere di Chanel. Una volta sono stata da Kiko, mi sono passata questo smalto su un'unghia, poi sono andata subito da Coin (entrambi i negozi sono presenti nel CC Cinecittà2) e su un'altra unghia ho messo il Particuliere, quindi il confronto è stato fatto in diretta e con le stesse luci e rivisto per bene alla luce del sole e a casa. Ma potrei anche essere discromica e non capire le sfumature, non mi meraviglierebbe!

E infine una goccia dell'asciuga rapido di Essence per ogni dito.
E' il prodotto dei miracoli. Prima di queste goccine usavo lo spray di Kiko che funziona a meraviglia, ma se ne spreca a volontà e costa pure troppo.
Avevo provato anche lo spray Essence, ma era orribile, non asciugava nulla e in più faceva venire le bolle sullo smalto.
Poi a 1,29€ ho trovato queste goccine e non i hanno mai delusa. Le ho cercate per le mie amiche in ogni dove ma per mesi non l'ho più trovato. Infine la scorsa settimana girando alla Coin sempre di Cinecittà2 c'era l'espositore pieno e l'ho ricomprato. Non sia mai che tra un anno rimanga senza!!!
In realtà la boccetta che uso è ancora quasi piena. Ne manca giusto un quarto.
Dunque, si chiama per la precisione nail art - express dry drops, contiene 8ml di prodotto e ne basta una goccia per dito. Sul tappo dice che lo malto asciuga in 60 secondi. Ed è vero! Scadenza 30 mesi.

In questa foto si vede che ho le dita oleose, è l'effetto delle gocce. Non sono troppo grasse e si assorbono subito o basta passare le dita su un fazzolettino
 FINITO!


sabato 15 settembre 2012

usi alternativi di prodotti cosmetici comuni


Oggi pensavo di aver scoperto una cosa nuova e invece esplorando casualmente un blog di make up (http://www.beautyandkabuki.blogspot.it), trovo un post che parla esattamente di ciò che ho fatto sotto la doccia stamattina...
Insomma, mi sono fatta la doccia e solo quando mi sono sciacquata mi sono ricordata che dovevo depilarmi (l'ho detto che sto perdendo colpi ultimamente?). E visto che non mi andava di consumare altro bagnoschiuma (l'ho detto che sono diventata anche taccagna?!), mi sono guardata intorno alla ricerca del prodotto meno caro a portata di mano e gli occhi si sono soffermati sul flacone di balsamo de I Provenzali che economico non è, ma per i miei capelli non va bene, è troppo liquido e poco efficace. Quindi ho detto: perchè no? E ho iniziato a usarlo prima del rasoio.
Ragazze... liscia, liscia, liscia e senza irritazioni nè tagli! E la pelle è morbidissima.

In realtà qualche volta prima di andare in palestra, non avendo il tempo per mettermi sotto la doccia, avevo fatto un altro esperimento: passavo la crema per il corpo e poi la lametta. Funziona anche questo, ma l'inconveniente sta nella lametta che poi si intasa e ci si mette un po' a pulirla e si rovina molto più rapidamente.

Voi lo sapevate? ^.^

mercoledì 12 settembre 2012

... e lo smalto non c'è più!

Questo barattolino, pagato circa 3€ 3,90€, mi ha sorpreso piacevolmente.
Spugnetta solvente levasmalto, Gio Paris, profumo di fragola
Agito il flacone.
Svito il tappo.

giovedì 6 settembre 2012

danni limitati da Kiko

Giuro che non potevo fare a meno di comprare questi due prodotti da Kiko.
Giuro che ne avevo realmente bisogno!
Ieri quindi, nonostante l'appeal della nuova collezione, nonostante i colori dei nuovi ombretti che mi facevano l'occhiolino dalla vela centrale, sono andata dritta a prendere il matitone a lunga durata bianco (01 Longlasting Stick Eyeshadow) e il mascara amaranto(09 SuperColour).
Stavo rischiando di sbagliare prendendo lo 06 che è un Verde Prato di cui non mi interessa nulla!
Matita/ombretto bianca e mascara amaranto, Kiko

Della matita bianca ho iniziato a sentire la necessità da quando ho sperimentato una palettina di YSL (1 Sahara, Ombres 5 Lumières) che mi hanno regalato da tempo (un tester) e che però non era entrata subito nel mio cuore. Adesso la amo e la sto usando da qualche giorno, con un effetto davvero scicchissimo per il giorno.
Sahara, Ombres 5 Lumières YSL

Il colore in basso a destra senza una base sotto perde completamente.
La matita bianca che già avevo, sempre Kiko, è troppo dura da stendere su tutta la palpebra mobile. Ergo... dovevo sopperire a questa mancanza con il minimo sforzo (anche economico!).

Il mascara amaranto, invece, be' era solo un desiderio represso da tempo...

A proposito degli ombretti Water Eyeshadow di Kiko... ho ancora un ombretto della vecchia collezione limitata, preso non so quanti anni fa (2, 3? Non ricordo proprio! In realtà sono usciti a febbraio 2011 con la collezione Kaleidoscopic) ed è assolutamente identico al "nuovo" 212 Smeraldo.


04 Dark Emerald, Kiko


212 Smeraldo, Kiko (foto presa dal sito ufficiale www.kikocosmetics.com)
A quanto pare questi ombretti scadono dopo 30 mesi, quindi lunga vita al mio che ho usato pochissimo l'anno scorso e per niente quest'anno. Mi lascio affascinare da colori che poi non riesco a portare... Consumare un ombretto di 3,5g di un colore così particolare sarà un'impresa!
Per ora, l'unico ombretto con il buco è il mio amato Blanc Type di MAC (1,5g) comprato 2 anni fa e usato tutti, tutti, tutti i giorni anche solo come illuminante sotto l'arcata sopraccigliare.
Blanc Type, Mac

Durerà ancora un annetto, soprattutto perchè adesso lo sto intervallando anche con altri e con la matita Benefit.

Sto mettendo troppa carne al fuoco. Passo e chiudo!

domenica 2 settembre 2012

labbra nude vs. cadaveriche

Finalmente, dopo anni di ricerche e consigli sbagliati ho trovato LA matita per labbra dello stesso colore delle mie labbra!
Sembra facile, vero? E invece per me è stata un'impresa titanica.
Prima, quando non avevo idea di cosa volesse dire sapersi truccare, ne avevo comprate alcune dei colori dei (pochi) rossetti che usavo.
Da quando ho iniziato a capirci qualcosina in più, per sperimentare anche le labbra "nude", ho fatto incetta di matite dei più svariati colori e marche. Ma neanche una somigliava vagamente al mio colore naturale di labbra.

sabato 1 settembre 2012

pot e depot

Ho scoperto da poco le Z Palette. Meglio tardi che mai!
Le voglio, naturalmente. Mai più senza ;-)
Z Palette - Customizable Make up Palette (immagine presa dal sito  http://www.zpalette.com/ )

Quante me ne servirebbero? Per gli ombretti chiari, per quelli scuri, per i fard, per i rossetti...
Meglio iniziare piano piano.
Intanto la voglia di provare a mettere insieme un po' di ombretti non poteva aspettare e quindi il mio esperimento odierno è iniziato depottando (ma il termine italiano più adatto quale potrebbe essere?!) gli ombretti chiari che praticamente non uso mai e che fanno parte di quelli che usavo quando non sapevo truccarmi. Ombretti, dunque, datati, scaduti, e dai colori per me adesso importabili e improbabili!

mercoledì 18 luglio 2012

ombre, ombretti, illusioni

Devo assolutamente parlare di 2 ombretti nuovi che ho aggiunto alla mia collezione!
Li desideravo? Sì.
Ne avevo bisogno? No.
Li ho già usati? Sì.

Iniziamo dal primo (che per leggere il nome stavo testè scaraventando a terra...):
è il Luminys, ombretto cotto di Pupa, nr. 04.
Leggo una scadenza a 6 mesi che mi fa un baffo!
Qualche settimana fa sono stata all'Outlet di Castel Romano e la puntatina da Pupa era inevitabile. Le ultime volte i miei acquisti sono stati dei prodotti orrendi, quindi stavolta ci sono entrata con le mani dentro le tasche per evitare di toccare troppo e riempire cestini e cestini di prodotti inutili, ma dall'appeal irresistibile, nonché dal prezzo accattivante.
Prezzo consigliato 14,00€. Prezzo d'acquisto non lo ricordo, ma sicuramente meno di 5€ altrimenti l'avrei lasciato lì.
Sul sito di Pupa lo 04 è un rosa decisamente rosa, mentre quello che ho io è più uno 02 oppure uno 05, beige, taupe. Quindi credo che fosse all'outlet per via dell'etichetta errata. Meglio per me!
Perché ho comprato un ombretto cotto che odio in quanto si briciola dappertutto e solitamente io non uso ombretti bagnati? Perchè il colore mi ricordava uno di quelli dell'Illusion d'ombre di Chanel...
Quindi ho aperto il tester e la consistenza mi ha lasciata a bocca aperta: morbido, brillante, non granuloso, non sbricioloso, colore neutro molto portabile. Niente, non ho resistito. Continuavo a passare davanti a quell'espositore, a tastarlo, a leggere l'etichetta e il prezzo. Alla fine, da brava addicted, ho ceduto.
Il pennellino all'interno è dei soliti micro, ricurvi e con spugnetta. Lo butterei via volentieri se non fossi ossessivo-compulsiva e odierei vedere la confezione incompleta. Sto male, lo so!
Naturalmente questo colore non ha niente a che vedere coi colori degli ombretti Chanel, che lo dico a fare? Non ho assolutamente memoria cromatica o come diavolo si definisce una persona che guarda un colore e dopo 2 secondi se l'è dimenticato e lo confonde con un altro visibilmente differente?!

L'altro ombretto invece è... proprio Illusion d'ombre di Chanel!!!
Tra un mese è il mio compleanno e una mia amica mi ha portata sabato da Sephora e mi ha dato un budget da spendere per il mio regalo. Come potevo lasciarlo lì, a guardarmi con quello sguardo tenero e ammiccante? Ho preso il nr 83 Illusoire, che è una specie di viola iridescente, dalla consistenza tipo mousse, impalpabile e acquosa. E' una goduria swatcharlo sulla mano, che rischio di consumarlo così, più che per averlo usato sulle palpebre...
C'è un pennellino all'interno della confezione, di poco più di 4 cm, con il tappo che si monta alla base del pennello per allungarlo. Setole sintetiche piatte e leggermente angolate.
Il prezzo di questo è 28,50€ (anche se è un regalo, so benissimo il prezzo perché lo agogno da quando è uscito, più del Mirifique!).
Mai regalo fu più gradito!
Illusion d'ombre, nr. 83; Luminys nr. 04

sono così diversi questi colori che solo una cieca come me poteva accomunarli!


Tra l'altro gli acquisti da Pupa hanno riguardato anche 2 lucidalabbra di cui uno nero a 0,50€ che non potevo non prendere, e ha un effetto spettacolare. Ma ne parlerò in un post dedicato esclusivamente ai lucidalabbra. Tutti tutti tutti, così ne approfitto per buttare i più vecchi.
Mentre da Sephora il regalo ha previsto anche la cipria di MUFE, la HD Powder, che però è ancora sigillata e non aprirò prima di settembre :-D

venerdì 13 luglio 2012

Dispensa

E' un po' che non scrivo. Ho tante cose in mente e tanti argomenti da condividere.
Primo fra tutti lo struccante occhi che mi ha risolto i problemi con il mascara waterproof.
E poi  una serie di rossetti nuovi (da Kiko ne ho presi 3 a 2€!).
E un nuovo ombretto scovato all'outlet Pupa.
E anche un lucidalabbra NERO.
E il primer labbra MAC.
E la nuova sistemazione dei miei trucchi.
E il risultato di una richiesta di informazioni a una nota marca di prodotti per il corpo.
E...
E insomma, per ora vi lascio con due fotografie, emblematiche del mio essere sommersa di ogni tipo di prodotto per la cura del corpo dalla punta dei piedi alla punta dei capelli!
Ho fatto la foto la settimana scorsa, quando ho avuto modo di risistemare l'armadietto e di rendermi conto che davvero è inutile continuare a comprare!
Ma si sa, la donna è mobile e vuole sperimentare tutto, e vuole cambiare profumazione del bagnoschiuma a seconda dell'umore, e la cura dei capelli è un argomento delicato e non può essere lasciato al caso...
Per cui... o finisco ciò che ho, oppure non ho più posto neanche per i campioncini!!!
Armadietto del bagno

Sotto la doccia

A mia parziale discolpa dico che alcune cose mi sono state regalate da amiche, tra compleanni e svuotamento dei rispettivi armadietti per loro inutilizzo.

(Non ho fotografato il mobiletto inferiore, la cassettiera e la cesta con altri prodotti per il corpo, di varia natura. Ah, neanche il lavandino con saponi., struccante e guantini e pezzette varie.)

P.S. il balsamo nero Gliss è scampato alla spazzatura, ma non lo uso perchè contiene siliconi. Me ne libererò in altro modo. Mi dispiace buttarlo perché è ancora intero e magari c'è qualcuno non troppo sensibile a questo argomento (ma sto facendo opera di conversione con tutte le persone che conosco, eheheh).

Appena posso posto anche l'elenco completo ;-)